Opera d'arte figura di soldato in combattimento di Parini Dante (1890/ 1969), a Induno Olona

L'opera d'arte figura di soldato in combattimento di Parini Dante (1890/ 1969), - codice 03 03254334 di Parini Dante (1890/ 1969), si trova nel comune di Induno Olona nella provincia di Varese sita in percorso viario, Via G. Porro, Via G. Porro
immagine
bene culturalemonumento ai caduti, a cippo, opera isolata, Monumento ai caduti di tutte le guerre
soggettofigura di soldato in combattimento
tipo schedaOA_3.00
codice univoco03 03254334
localizzazioneITALIA, Lombardia, VA, Induno Olona, INDUNO OLONAVia G. Porro
contenitorepercorso viario, Via G. Porro, Via G. Porro
datazionesec. XX ; 1918 (post) - 1945 (ca) [analisi stilistica; contesto]
autoreParini Dante (1890/ 1969),
materia tecnicabronzo/ fusionemarmopietra/ sagomatura
misurecm, alt. 500, largh. 400, prof. 400,
condizione giuridicaproprietà Ente pubblico territoriale, Comune di Induno Olona
dati analiticiMonumento dedicato ai caduti di tutte le guerre; compare la lista dei caduti. Composto da un alto basamento sul quale poggia una scultura in bronzo rappresentante una figura di soldato che tiene con le mani un fucile.Figure maschili: soldato. Abbigliamento: divisa militare. Armi: fucile.
notizie storico-criticheDante Parini (Milano, 21 novembre 1890 – Milano 11 aprile 1969) Studiò all'Accademia di Brera sotto la guida di maestri quali Enrico Butti. Di tendenze e stile classici, fu scultore prevalentemente di monumenti sepolcrali, seguendo l'esempio del suo illustre maestro con grande abilità tecnica e con stile personale. È suo il notevole monumento eseguito nel 1924 a Milano nella Piazza Gran Paradiso in memoria ed onore dei caduti di Niguarda. Sono suoi, fra gli altri, i monumenti ai caduti di Tarquinia, Induno Olona e Brusimpiano, opere animate da profondo sentimento e da sofferta umanità. Come scrive Carlo E. Accetti nella piccola biografia a lui dedicata nel 1942, le sue sculture funerarie esprimono pacata sofferenza e sereno mistero nella loro dignità statica, classica, mentre nei temi eroici suggeriti dalla guerra, con i Monumenti ai Caduti, lo scultore sprigiona i suoi valori di potenza e di forza. Molte sue opere sono nel Cimitero Monumentale di Milano tra cui la Tomba Pini, la Tomba Carnevali e la Tomba Ravetti, inoltre nel Tempio di Parabiago, la Tomba Moruzzo al cimitero di Sarzana ed altri. Pregevoli sculture fanno parte di collezioni private. Durante la sua lunga ed operosa vita partecipò a diverse esposizioni e ricevette molti riconoscimenti. Nel 1924 ebbe il Diploma di Socio Onorario dell'Accademia di Brera. Con Brusimpiano ebbe sempre un rapporto molto stretto, vi ha avuto una casa e ne è stato il primo Sindaco alla fine della guerra. Muore a Milano l'11 aprile 1969. (AA.VV., Induno com'era: immagini ritrovate - Gavirate Nicolini 1993; Buzzi Gianpiero, Induno millenaria - Gavirate Nicolini 1999).
georeferenziazionelocalizzazione fisica: x: 8.8407965498; y: 45.853253896; metodo di georeferenziazione: punto approssimato; tecnica di georeferenziazione: rilievo da foto aerea con sopralluogo; base di riferimento: ICCD1004366_OI.ORTOI; 11-10-2014; (2057470) -ORTOFOTO 200
definizionemonumento ai caduti, a cippo
denominazioneMonumento ai caduti di tutte le guerre
regioneLombardia
provinciaVarese
comuneInduno Olona
localitaINDUNO OLONA
indirizzoVia G. Porro
ente schedatoreS27
ente competenteS27
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Basilico, Andrea; ; Funzionario responsabile: Referente scientifico: Bentivoglio, RaffaellaBentivoglio, Raffaella
anno creazione2014
latitudine45.853254
longitudine8.840797

oppure puoi cercare...