Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte Ercole bambino soffoca i serpenti di Vasari Giorgio (1511/ 1574), a Firenze

L'opera d'arte Ercole bambino soffoca i serpenti di Vasari Giorgio (1511/ 1574), - codice 09 00281646 - 2 di Vasari Giorgio (1511/ 1574), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, comunale, Palazzo Vecchio o della Signoria, NR (recupero pregresso), Museo di Palazzo Vecchio, Quartiere degli Elementi, sala di Ercole,
immagineErcole bambino soffoca i serpenti di Vasari Giorgio (1511/ 1574),  - codice 09 00281646 - 2
bene culturaledipinto, soffitto al centro
soggettoErcole bambino soffoca i serpenti
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00281646 - 2
localizzazioneItalia, Toscana, FI, FirenzeNR (recupero pregresso)
contenitorepalazzo, comunale, Palazzo Vecchio o della Signoria, NR (recupero pregresso), Museo di Palazzo Vecchio, Quartiere degli Elementi, sala di Ercole,
datazionesec. XVI ; 1556 (ca.) - 1557 (ca.) [bibliografia]
autoreVasari Giorgio (1511/ 1574),
materia tecnicatavola/ pittura a olio
misurelargh. 180, lungh. 200,
condizione giuridicaproprietà Ente pubblico territoriale, Comune di Firenze
dati analiticiPannello centrale.Soggetti profani. Personaggi: Alcmena; Zeus sotto le sembianze di Anfitrione; Ercole fanciullo. Abbigliamento: all'antica. Attributi: (Ercole) serpenti; aquila con il fulmine tra gli artigli; elmo. Interno. Oggetti: culla; cuscini; letto con piedi intagliati a volute e teste di cherubini; lenzuola; coperte; cortine.
notizie storico-criticheCorrispondente alla sottostante sala di Giovanni delle Bande Nere, la sala di Ercole continua il programma celebrativo impostato sul parallelismo fra il quartiere degli Elementi dedicato alla genealogia delle divinita' olimpiche ed il quartiere di Leone X in cui sono celebrati gli "dei terrestri" della famiglia Medici. Il mito di Ercole cui e' dedicata questa sala allude alle difficolta' che i principi devono affrontare e superare durante il loro governo. La tavola posta al centro del soffitto, unica opera autografa del Vasari in questo ambiente decorato per il resto da Marco da Faenza, sintetizza le vicende della nascita e dell'infanzia di Ercole figlio di Alcmena, il cui sposo Anfitrione era fuggito a Tebe per aver ucciso il suocero, e di Giove che si presento' a lei sotto le mentite spoglie dello sposo assente. Odiato dalla gelosa Giunone, Ercole fu insidiato dalla vendetta della dea che, quando l'eroe era ancora in fasce, gli mando' due serpenti nella culla perche' lo uccidessero;Ercole pero' li strozzo' dimostrando precoccemene una forza sovrumana. Cosi' si comporto' Cosimo "partorito appena dalla bonta' di Dio per essere capo di queso governo, ed involto ancora nelle fasce, di quello, quando il veleno della simulazione e della invidia de' cardinali venne per divorargli lo stato, che egli con le mani ancor tenere strangolo' tutti i pensieri, che non segui' loro l'effetto velenoso e maligno".
bibliografiaVasari G.( 1878-1885)v. VIII, pp. 76-77, 80; Cecchi A.( 1977)fasc. 329, p. 8, p. 21
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoNR (recupero pregresso)
ente schedatoreL. 41/1986
ente competenteS128
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Corti C.; Funzionario responsabile: Damiani G.; Trascrizione per informatizzazione: Reggioli C./ Orfanello T. (1998); Aggiornamento-revisione: Reggioli C. (1998), Referente scientifico: NR (recupero pregresso); Orfanello T. (1999), Ref
anno creazione1988
anno modifica1998; 1999; 2006
latitudine43.779926
longitudine11.245030

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana