Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte orazione di Cristo nell'orto di Getsemani di Ottino Pasquale (1578/ 1630 ca.), a Firenze

L'opera d'arte orazione di Cristo nell'orto di Getsemani di Ottino Pasquale (1578/ 1630 ca.), - codice 09 00196218 di Ottino Pasquale (1578/ 1630 ca.), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in villa, Villa del Poggio Imperiale, Educandato della S.ma Annunziata, Villa medicea di Poggio Imperiale, NR (recupero pregresso)
immagineorazione di Cristo nell'orto di Getsemani di Ottino Pasquale (1578/ 1630 ca.),  - codice 09 00196218
bene culturaledipinto
soggettoorazione di Cristo nell'orto di Getsemani
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00196218
localizzazioneItalia, Toscana, FI, FirenzeNR (recupero pregresso)
contenitorevilla, Villa del Poggio Imperiale, Educandato della S.ma Annunziata, Villa medicea di Poggio Imperiale, NR (recupero pregresso)
datazionesec. XVII prima metà; 1600 - 1649 [analisi stilistica]
autoreOttino Pasquale (1578/ 1630 ca.),
materia tecnicalavagna/ pittura a olio
misurealt. 34.2, largh. 41,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiNR (recupero pregresso)Soggetti sacri. Personaggi: Cristo; apostoli. Figure: angelo. Abbigliamento: all'antica. Paesaggi: cielo; campagna. Simboli della passione: calice.
notizie storico-criticheL'Orazione di Cristo nell'Orto compare per la prima volta al Poggio Imperiale nell'Inventario del 1784, segnata col n. 2469 (presente sul retro) e collocata nella stanza 98, in una retrocamera sul cortile nuovo, dove resterà sicuramente fino al 1810. Nei successivi inventari della Villa questa lavagna viene inventariata insieme ad altri 37 quadretti in ".. breccia, alberese, paragone, alabastro, lavagna, e pietra", che dovevano riempire l'intera retrostanza: così nel 1803, segnato col n.2101 (presente); nel 1810, segnata col n. 1792 (presente) e nell'inventario del 1818-1836, privo di ubicazioni, col n. 989 (presente). Nell'Inventario del 1836 l'Orazione nell'Orto torna ad essere inventariata da sola col n. 2096 (presente), così come nel successivo del 1860-1861, col n. 2081 (presente), e posta nella stanza 226. L'attuale conservazione del dipinto, che si presenta fortemente lacunoso ed abraso su gran parte della superficie, rende ardua una lettura stilistica precisa, soltanto il bellissimo angelo a destra si è parzialmente conservato. Nonostante la frammentarietà sia degli Apostoli che del Cristo, questa lavagna sembrerebbe avvicinabile allo stile del pittore veronese Pasquale Ottino cui rimandano, oltre che la stesura pittorica, anche la fisionomia, per quanto si possa vedere, sia del patetico Cristo, che dei due Apostoli sulla destra. Anche la fine trasparenza del velo dell'Angelo sembrerebbe far pensare ad un artista della cerchia del veronese.
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoNR (recupero pregresso)
ente schedatoreS17
ente competenteS128
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Spinelli R.; Funzionario responsabile: Meloni S.; Trascrizione per informatizzazione: Bellini F. (2006); Aggiornamento-revisione: ARTPAST/ Bellini F. (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1983
anno modifica2006
latitudine43.779926
longitudine11.245030

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana