Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte Orazio Coclite sul Ponte Sublicio a Firenze

L'opera d'arte Orazio Coclite sul Ponte Sublicio - codice 09 00642619 si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli, P.zza Pitti, 1, Museo degli Argenti, Depositi.
immagineOrazio Coclite sul Ponte Sublicio  - codice 09 00642619
bene culturalecammeo
soggettoOrazio Coclite sul Ponte Sublicio
tipo schedaOA_2.00
codice univoco09 00642619
localizzazioneItalia, FI, FirenzeP.zza Pitti, 1
contenitorepalazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli, P.zza Pitti, 1, Museo degli Argenti, Depositi.
datazionesec. XVI ; 1500 - 1599 [analisi stilistica]
ambito culturalebottega italiana(analisi stilistica)
materia tecnicacalcedonio/ incisaoro
misuremm, alt. 15, largh. 16,
condizione giuridicaproprietà Stato
dati analiticiMontatura in filo d'oro con due maglie circolari saldate alle estremità verticali.Eroi: Orazio Coclite. Figure: soldati. Architetture: ponte Sublicio.
notizie storico-criticheL'opera è forse identificabile con l' "Orazio Coclite in Cammeo" descritto nell'inventario redatto da Luigi Strozzi nel 1676 su incarico di Cosimo III de' Medici. La scena si presenta in parte anomala rispetto alle più comuni rappresentazioni dell'episodio su placchette e pietre moderne. Manca, per esempio, il consueto riferimento al gruppo dei romani impegnati nella difficile operazione di smantellamento del ponte Sublicio. Questo e il fiume sono relegati al ruolo di mere citazioni, prive di ogni connotazione realistica. Tale assenza di veridicità può essere spiegata, entro certi limiti, con le ridotte dimensioni del manufatto. Forse proprio l'originalità dell'impianto compositivo spinse Anton Francesco Gori a pubblicare il cammeo nel secondo volume del monumentale "Museum Florentinum", dove si trova riprodotto insieme ad altri esemplari con analogo soggetto reputati dell'erudito antichi (Gori 1731-1732, II, 1732, tav. LVI, 1). Va però rilevato che Giovan Domenico Campiglia, autore del disegno preparatorio per l'incisione, omise la legenda S.P.Q.R. visibile lungo il bordo inferiore del calcedonio, in corrispondenza dei tre soldati etruschi impegnati a combattere con l'eroe romano. La presenza dell'abbreviazione riveste invece una grande importanza, in quanto avvalora ulteriormente l'identificazione del personaggio a cavallo con Orazio Colite. Nonostante lo stato di conservazione non proprio felice, pochissimi dubbi sono stati sollevati dai conservatori granducali sulla modernità del cammeo, databile al XVI.
altra localizzazioneluogo di provenienza: Italia, FI, Firenze
bibliografiaGori A.F.( 1731-1762); Reinach S.( 1895)p. 62, n. 56,1; Gennaioli R.( 2004)pp. 129-130; Gennaioli R.( 2007)p. 227, n. 176
definizionecammeo
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoP.zza Pitti, 1
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Gennaioli R.; Funzionario responsabile: Sframeli M.
anno creazione2007
latitudine43.765656
longitudine11.249350

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana