CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte giudizio di Zaleuco di Bonaccorsi Pietro detto Perin del Vaga (1501/ 1547), a Firenze

L'opera d'arte giudizio di Zaleuco di Bonaccorsi Pietro detto Perin del Vaga (1501/ 1547), - codice 09 00098934 di Bonaccorsi Pietro detto Perin del Vaga (1501/ 1547), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, sala 68
immaginegiudizio di Zaleuco di Bonaccorsi Pietro detto Perin del Vaga (1501/ 1547),  - codice 09 00098934
bene culturaledipinto, frammento
soggettogiudizio di Zaleuco
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00098934
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenzepiazzale degli Uffizi
contenitorepalazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, sala 68
datazionesec. XVI ; 1525 (ca) - 1525 (ca) [bibliografia]
autoreBonaccorsi Pietro detto Perin del Vaga (1501/ 1547),
materia tecnicaintonaco/ pittura a fresco
misurecm, alt. 148, largh. 197,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiNR (recupero pregresso)Personaggi: Seleuco. Figure: figlio di Seleuco; carnefici; astanti. Abbigliamento: contemporaneo; all'antica. Architetture: colonne. Paesaggi: monti; alberi; edifici. Oggetti: seggio; bacile.
notizie storico-criticheIl soggetto del dipinto è tratto da Valerio Massimo ('Factorum et dictorum memorabilium', VI, V, 31) e fu trattato anche dal Beccafumi nei dipinti del palazzo pubblico a Siena. L'attività di Perin del Vaga nel palazzo Baldassini è segnalata anche dal Vasari, il quale ricorda l'esecuzione da parte del giovane pittore delle storie di Roma. Nell'affresco con "La giustizia di Seleuco", come nell'altro (sempre degli Uffizi, inv. 1890, n. 5907, scheda OA n. 0900098933) con "Tarquinio il superbo", il pittore si mostra in possesso di una felice vena narrativa formatasi sull'esempio della grande pittura romana dei primi del Cinquecento, ed in particolare delle stanze di Raffaello in Vaticano, dalle quali sembra derivare l'accento di solenne monumentalita' avvertibile nelle due scene.
altra localizzazioneluogo di provenienza: Lazio, RM, Roma; luogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze; luogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze; luogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze
committenzaBaldassini Marchionne (1525)
bibliografiaVasari G.( 1878-1885)v. V pp. 598-599; Poggi G.( 1909)pp. 270-273; Uffizi catalogo( 1980)p. 404 n. P1152; Primato disegno( 1980)p. 158 n. 349; Officina maniera( 1996)p. 296 n. 99; Roma stile( 1999)pp. 18-187 nn. 123-124; Perino Vaga( 2001)pp. 108-110 n. 1
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzopiazzale degli Uffizi
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Pagliai D.; Funzionario responsabile: Damiani G.; Trascrizione per informatizzazione: Pinelli M. (1989); Aggiornamento-revisione: Pinelli M. (1989), Referente scientifico: NR (recupero pregresso); Romagnoli G./ Rousseau B. (2002), Refe
anno creazione1978
anno modifica1989; 2002; 2006; 2015
latitudine43.768826
longitudine11.255744

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana