Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte Napoleone (Napoléon) II Bonaparte (?)/ Adam Jerzy Czartoryski (?) di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850), a Firenze

L'opera d'arte Napoleone (Napoléon) II Bonaparte (?)/ Adam Jerzy Czartoryski (?) di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850), - codice 09 00382931 di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in monastero, benedettino femminile, Monastero di S. Niccolò di Cafaggio ora Galleria dell'Accademia, chiesa e monastero di S. Niccolò di Cafaggio, via Ricasoli, 58/60, Galleria dell'Accademia, sala delle Toscane, mensola V, coll 2
immagineNapoleone (Napoléon) II Bonaparte (?)/ Adam Jerzy Czartoryski (?) di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850),  - codice 09 00382931
bene culturalebusto
titoloNapoleone (Napoléon) II Bonaparte (?)/ Adam Jerzy Czartoryski (?)
soggettobusto ritratto maschile
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00382931
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenzevia Ricasoli, 58/60
contenitoremonastero, benedettino femminile, Monastero di S. Niccolò di Cafaggio ora Galleria dell'Accademia, chiesa e monastero di S. Niccolò di Cafaggio, via Ricasoli, 58/60, Galleria dell'Accademia, sala delle Toscane, mensola V, coll 2
datazionesec. XIX ; 1815 - 1830 [analisi stilistica]
autoreBartolini Lorenzo (1777/ 1850),
materia tecnicagesso/ modellatura
misurecm, alt. 77, largh. 42, prof. 35,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticisculturaNR (recupero pregresso)
notizie storico-criticheIl gesso è contrassegnato con il numero 44-A. Alluvionato nel 1966 e restaurato nel 1971-1972. Il gesso appartiene, con tutta probabilità, al gruppo dei 347 busti menzionati nel verbale della Sprintendenza alle Gallerie del 1932, non singolarmente inventariati. La gipsoteca bartoliniana fu lasciata a titolo di deposito allo Stato Italiano dagli eredi di Bartolini nel 1884 e fu acquistata definitivamente con D.M. n. 16784 del 17/09/1889, per £ 12.000. I gessi furono suddivisi tra San Salvi e Fuligno. Di qui alcuni pezzi passarono a Prato, altri al Liceo Dante di Firenze, altri tra la Soprintendenza ed Archivio di Stato. Dopo l' alluvione del 1966 la maggior parte dei gessi fu raccolta a palazzo Pitti e di qui passò alla Galleria dell' Accademia.
altra localizzazioneluogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze; luogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze
bibliografiaLorenzo Bartolini( 1978)pp. 17-18
definizionebusto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzovia Ricasoli, 58/60
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Bisceglia A.; Funzionario responsabile: Damiani G.; Trascrizione per informatizzazione: Boschi B. (2005); Aggiornamento-revisione: ARTPAST/ Bellini F. (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1997
anno modifica2006
latitudine43.777035
longitudine11.258756

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana