Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte ritratto di Antonio de' Ricci di Morandini Francesco detto il Poppi (1544 ca./ 1597), a Firenze

L'opera d'arte ritratto di Antonio de' Ricci di Morandini Francesco detto il Poppi (1544 ca./ 1597), - codice 09 00230359 di Morandini Francesco detto il Poppi (1544 ca./ 1597), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, statale, Palazzo Martelli, Via Zannetti, 8, Museo di Casa Martelli, Galleria, Sala I
immagineritratto di Antonio de' Ricci di Morandini Francesco detto il Poppi (1544 ca./ 1597),  - codice 09 00230359
bene culturaledipinto
soggettoritratto di Antonio de' Ricci
tipo schedaOA_2.00
codice univoco09 00230359
localizzazioneFI, FirenzeVia Zannetti, 8
contenitorepalazzo, statale, Palazzo Martelli, Via Zannetti, 8, Museo di Casa Martelli, Galleria, Sala I
datazionesec. XVI ; 1575 - 1599 [bibliografia]
autoreMorandini Francesco detto il Poppi (1544 ca./ 1597),
materia tecnicatela/ pittura a olio
misurecm, alt. 201.2, largh. 116,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiSoggetti profani. Ritratti. Personaggi: Antonio de' Ricci. Abbigliamento. Interno. Mobilia: libreria; poltrona; tavolo. Oggetti: libri; penna; calamaio; spada.STEMMI, EMBLEMI, MARCHI: Classe di appartenenza: arme, Qualificazione: gentilizia, Identificazione: Ricci, Posizione: sull'elsa della spada, Descrizione : ricci (6 o 7), ; STEMMI, EMBLEMI, MARCHI: Classe di appartenenza: bollo, Posizione: a tergo, in basso a sinistra,
notizie storico-criticheAlessandra Giovannetti rammentò questo ritratto della collezione Martelli, senza identificare il personaggio raffigurato, nella biografia di Francesco Morandini detto il Poppi pubblicata nel volume 'La pittura in Italia. Il Cinquecento' 1988. Anche se nel frattempo, Alessandra Civai aveva identificato il personaggio raffigurato con Antonio de' Ricci (cfr. Civai 1990), nella monografia del 1995 Giovannetti pubblicò il ritratto nuovamente senza una identificazione, mettendo in dubbio il nome del Ricci proposto in una anonima guida dattiloscritta della collezione. Come ha segnalato Civai, il quadro è ricordato con questa identificazione anche nel 1854, nel testamento di Caterina de' Ricci, che aveva sposato Niccolò Martellinel 1802: "lascio al mio figlio Alessandro il quadro rappresentante un mio antenato Vescovo di Arezzo [...] dipinto dal Poppi che trovasi nella quadreria Martelli". La presenza del nome di Antonio de' Ricci dipinto dal Poppi sul libro in mano del giovane gentiluomo raffigurato e quella dell'arme gentilizia della famiglia Ricci sull'elsa della spada, sfuggiti alla Giovannetti, sciolgono ogni riserva sulla sua identità. Si tratta dunque di un ritratto di Antonio di Vincenzo de' Ricci, gentiluomo di camera di Scipione Borghese e vescovo di Arezzo dal 1612. La tela, che porta anche la sigla del pittore, è stata datata dalla Giovannetti (1995) intorno al 1593 per le affinità stilistiche con il 'Crocifisso che parla a San Tommaso d'Aquino' conservato a Prato. Monica Bietti (in 'L'ombra del genio' 2002) suggerisce una datazione tra il 1587 e il 1590. Bietti propose di riconoscere uno studio per la mano destra del Ricci in un disegno conservato nella raccolta del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi (Inv. n. 6408F), più plausibilmente collegato con il 'Ritratto virile' della Kunsthalle di Karlsruhe (cfr. Giovannetti 1991, pp. 25-26, n. e tav. 2, tav. 2; 1995, p. 210, n. D4).
altra localizzazioneluogo di provenienza: FI, Firenze; luogo di provenienza: FI, Firenze
bibliografiaPittura Italia( 1988)vol. II, p. 775; Civai A.( 1990)pp. 112, 118, nota 14; Giovannetti A.( 1995)pp. 109-110, n. 69; Ombra Genio( 2002)p. 170, n. 27 (Bietti M.); Medici, Michelangelo( 2002)pp. 161-162, n. 27 (Bietti M.); Giovannetti A.( 1991)pp. 25-26, n.
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoVia Zannetti, 8
provvedimenti tutelaDM (L. 1089/1939, art. 3), 1989/07/10, 1989/07/21
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Civai A.; Funzionario responsabile: Damiani G.; Trascrizione per informatizzazione: Goldenberg Stoppato L. (2005); Aggiornamento-revisione: Goldenberg Stoppato L. (2005);
anno creazione1994
anno modifica2005
latitudine43.774177
longitudine11.253221

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana