Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte orazione di Cristo nell'orto di Getsemani di Allori Alessandro (1535/ 1607), a Firenze

L'opera d'arte orazione di Cristo nell'orto di Getsemani di Allori Alessandro (1535/ 1607), - codice 09 00070822 A - 1 di Allori Alessandro (1535/ 1607), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in chiesa, conventuale agostiniana, Chiesa di S. Agata, Chiesa e Monastero di S. Agata ora Ospedale Militare, via San Gallo, parete di fondo, registro superiore
immagineorazione di Cristo nell'orto di Getsemani di Allori Alessandro (1535/ 1607),  - codice 09 00070822 A - 1
bene culturaledipinto, parete di fondo
soggettoorazione di Cristo nell'orto di Getsemani
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00070822 A - 1
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenzevia San Gallo
contenitorechiesa, conventuale agostiniana, Chiesa di S. Agata, Chiesa e Monastero di S. Agata ora Ospedale Militare, via San Gallo, parete di fondo, registro superiore
datazionesec. XVI ; 1569 (ca.) - 1583 (ca.) [bibliografia]
autoreAllori Alessandro (1535/ 1607),
materia tecnicaintonaco/ pittura a fresco
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero della Difesa - Ospedale militare di S.Agata
dati analiticiNR (recupero pregresso)Soggetti sacri. Personaggi: Cristo; San Pietro Apostolo; San Giacomo Maggiore; San Giovanni Evangelista; Giuda Iscariota. Figure maschili: soldati. Figure: angelo. Attributi: (Cristo) calice; sudario. Piante: alberi. Paesaggi: orto dei Getsemani. Oggetti: fiaccole. Abbigliamento religioso.
notizie storico-criticheIl ciclo di affreschi, ricordato come opera di Alessandro Allori dalle guide antiche ed attribuito erroneamente ad un ignoto artista attivo intorno al 1780 dai Paatz (1940) e dal De Palo (1961) a causa delle pesanti ridipinture, fu probabilmente realizzato da alcuni stretti collaboratori dell'Allori sotto la guida del maestro. Il periodo di esecuzione dovette essere quello compreso fra il 1569, anno di consacrazione della chiesa, e il 1582/83, quando il Bizzelli affrescò le due storie di Sant'Agata ai lati dell'altare maggiore. Nei medesimi anni la stessa equipe di frescanti, di cui facevano parte l'Allori stesso, il Buti, i Butteri, il Bizzelli, decorava a grottesche le stanze di Palazzo Salviati fra il 1574 e il 1576 e i soffitti del primo corridoio degli Uffizi fra l'aprile e il settembre del 1581. Anche se diverse dal punto di vista iconografico, le scene affrescata in S.Agata sembrano essere frutto della stessa inventiva e ben si inseriscono nel clima della pittura fiorentina controriformata degli anni Settanta del Cinquecento.
bibliografiaRicha G.( 1754-1762)v. V, pp. 259-260; Follini V./ Rastrelli M.( 1789-1802)v. IV, p. 332; Fantozzi F.( 1842)p. 442; Firenze dintorni( 1974)p. 249; Kirchen Florenz( 1940-1954)v. I, pp. 4-5; De Palo R.( 1961)pp. 8-11; Guida( 1825)p. 31; Guida città( 1843)p.
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzovia San Gallo
ente schedatoreL. 41/1986
ente competenteS128
autori della catalogazioneCompilatore scheda: De Juliis G.; Funzionario responsabile: Damiani G.; Trascrizione per informatizzazione: ARTPAST/ Bartolucci L. (2006); Aggiornamento-revisione: Testaferrata E. (1989), Referente scientifico: NR (recupero pregresso); ARTPAST (2006), Ref
anno creazione1976
anno modifica1989; 2006
latitudine43.781708
longitudine11.260096

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana