Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte Madonna dell'Umiltà con Santa Caterina d'Alessandria e donatore di Maestro delle Immagini Domenicane (notizie 1320-1350), a Firenze

L'opera d'arte Madonna dell'Umiltà con Santa Caterina d'Alessandria e donatore di Maestro delle Immagini Domenicane (notizie 1320-1350), - codice 09 00285781 di Maestro delle Immagini Domenicane (notizie 1320-1350), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in chiesa, conventuale domenicana, Chiesa di S. Maria Novella, Chiesa e Convento di S. Maria Novella, piazza S. Maria Novella, cappella della Pura o del SS. Sacramento (già di Nostra Donna della Purità, Ricasoli), nel tabernacolo a sinistra dell'ingresso
immagineMadonna dell'Umiltà con Santa Caterina d'Alessandria e donatore di Maestro delle Immagini Domenicane (notizie 1320-1350),  - codice 09 00285781
bene culturaledipinto
soggettoMadonna dell'Umiltà con Santa Caterina d'Alessandria e donatore
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00285781
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenzepiazza S. Maria Novella
contenitorechiesa, conventuale domenicana, Chiesa di S. Maria Novella, Chiesa e Convento di S. Maria Novella, piazza S. Maria Novella, cappella della Pura o del SS. Sacramento (già di Nostra Donna della Purità, Ricasoli), nel tabernacolo a sinistra dell'ingresso
datazionesec. XIV seconda metà; 1350 - 1399 [bibliografia]
autoreMaestro delle Immagini Domenicane (notizie 1320-1350),
materia tecnicaintonaco/ pittura a fresco
condizione giuridicaproprietà Stato, possesso perpetuo Comune di Firenze
dati analiticiNR (recupero pregresso)Personaggi: Madonna; Gesù Bambino; santa Caterina d'Alessandria. Figure: orante (membro della famiglia Lorini ?). Attributi: (santa Caterina d'Alessandria) ruota; palma del martirio; libro; corona. Abbigliamento: all'antica; contemporaneo.
notizie storico-criticheL'affresco in origine era collocato in un avello. Nel 1472, questa Madonna dipinta nell'affresco avrebbe parlato a due ragazzi che giocavano nel sagrato della chiesa, chiedendo di essere ripulita dalla sporcizia. Da questo evento sarebbe sorta, nel 1474, la Cappella della Pura e sarebbe anche nata la Compagnia omonima, che si installò nella cappella, commissionata dai Ricasoli, nel 1475. Con il restauro l'affresco fu liberato da un'incorniciatura che lo nascondeva quasi totalmente, lasciando visibile solo la testa della Madonna. Secondo il Procacci, il presunto donatore è in realtà una figura femminile, come proverebbe anche la presenza di santa Caterina d'Alessandria al suo fianco (forse allusione al nome). La sinopia si trova nel chiostro degli Avelli, lato Ovest, quinto sepolcro da destra. Il Boskovits attribuisce il dipinto alla cerchia del maestro delle effigi domenicane.
altra localizzazioneluogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze
committenzaMinerbetti (famiglia)
bibliografiaFineschi V.( 1836)pp. 29-30; Kirchen Florenz( 1940-1954)v. III p. 704 n. 193; Orlandi S.( 1958)p. 166; II Mostra( 1958)n. 57; Boskovits M.( 1984)pp. 294-295
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzopiazza S. Maria Novella
ente schedatoreL. 41/1986
ente competenteS128
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Triarico; Funzionario responsabile: Damiani G.; Aggiornamento-revisione: Romagnoli G./ Rousseau B. (2000), Referente scientifico: NR (recupero pregresso); ARTPAST/ Torricini L. (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1988
anno modifica2000; 2006
latitudine43.773982
longitudine11.249894

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana