CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte la resa di Lisbona alle armi di Filippo II di Spagna a Firenze

L'opera d'arte la resa di Lisbona alle armi di Filippo II di Spagna - codice 09 00157151 si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, depositi
immagine - immagine non disponibile -
bene culturaledipinto
soggettola resa di Lisbona alle armi di Filippo II di Spagna
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00157151
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenzepiazzale degli Uffizi
contenitorepalazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, depositi
datazionesec. XVI ; 1598 - 1598 [documentazione]
ambito culturaleambito fiorentino(analisi stilistica)
materia tecnicatela/ pittura a tempera
misurealt. 213, largh. 226,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiNR (recupero pregresso)Soggetti profani. Figure maschili: comandante; soldati. Attributi: (comandante) scettro. Animali: cavallo. Armi: spada; fucile. Vedute: Lisbona. Paesaggi: paesaggio collinare. Abbigliamento: abbigliamento militare contemporaneo.
notizie storico-criticheMonocromo in toni bianchi, grigi e neri. A sinistra in luce ilcomandante a cavallo con elmo piumato indica la città col bastone di comando; lo segue un soldato con fucile sulla spalla destra, spada alla coscia sinistra e pugnale alla vita. Fra loro e il resto dell'esercito una collinetta scura. A destra in basso un soldato per terra, col volto in ombra sotto l'elmo, fa forza sulle braccia per alzarsi. Parte di una serie (inv. 1890, nn. 2715, 7801-7802, 7834-7846) oggi di sedici tele ma originariamente di 24 (tutte citate nell'inventario del 1825), comprendente la nascita, l'educazione, i matrimoni, le incoronazioni, le vittorie, i viaggi di Filippo II re di Spagna (1527-1598) eseguita come usava per addobbare la chiesa (San Lorenzo)in cui fu tenuta, il 12 novembre 1598, la sua commemorazione funebre (morì il 13 settembre). Questi cicli dinastici iniziano dopo la metà del '500, ma in forma di vere e proprie 'biografie pittoriche' sono ancora rari a quest'epoca; a Firenze è il terzo di cui si ha notizia (dopo Michelangelo, 1664, e Francesco I, 1587) e il primo conservato. Se ne incaricò Donato dell'Antella affidando la decorazione artistica al Cigoli: fra gli artisti pagati vi era Gregorio Pagani, mentre una sigla interpretabile 'Alessandro Fei' (morto nel 1592) può significare il riutilizzo di tele di un'occasione precedente, così come l'ingresso di Maria Maddalena d'Austria si riutilizzarono queste.
bibliografiaBorsook E.( 1969-1970)p. 103; Città Uffizi( 1982)p. 230
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzopiazzale degli Uffizi
ente schedatoreS17
ente competenteS417
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Lecchini Giovannoni S.; Funzionario responsabile: Meloni S.; Trascrizione per informatizzazione: ARTPAST/ Bartolucci L. (2006); Aggiornamento-revisione: ARTPAST (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1982
anno modifica2006
latitudine43.768826
longitudine11.255744

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana