CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte Giustizia protegge l'Innocenza di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850), a Firenze

L'opera d'arte Giustizia protegge l'Innocenza di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850), - codice 09 00742909 di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in monastero, già benedettino femminile, Monastero di S. Niccolò di Cafaggio ora Galleria dell'Accademia, via Ricasoli, 58/60, Galleria dell'Accademia, Salone dell'Ottocento, parete 11
immagineGiustizia protegge l'Innocenza di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850),  - codice 09 00742909
bene culturalerilievo, frammento
soggettoGiustizia protegge l'Innocenza
tipo schedaOA_2.00
codice univoco09 00742909
localizzazioneFI, Firenzevia Ricasoli, 58/60
contenitoremonastero, già benedettino femminile, Monastero di S. Niccolò di Cafaggio ora Galleria dell'Accademia, via Ricasoli, 58/60, Galleria dell'Accademia, Salone dell'Ottocento, parete 11
datazionesec. XIX ; 1815 - 1816 ((?)) [analisi stilistica; bibliografia]
autoreBartolini Lorenzo (1777/ 1850),
materia tecnicagesso/ formatura
misurecm, alt. 62, largh. 41,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiAllegorie-simboli: Giustizia protegge l'Innocenza. Attributi: (Giustizia) spada. Attributi: (Innocenza) agnello.
notizie storico-criticheIl rilievo è un particolare frammentario di un fregio ideato da Bartolini per celebrare "L'ingresso di Pietro Leopoldo in Toscana", che avrebbe dovuto far parte di una grande tazza destinata al marchese Pietro Torrigiani, ma poi mai realizzata. Esiste il disegno per tutta la composizione (Lorenzo Bartolini 1978), a cui è stato collegato il frammento in oggetto (Falletti 2002). Negli "Elenchi delle opere di Lorenzo Bartolini compilati da Eliso Schianta" è scritto: "Nel suo primo studio che aprì quando venne in Firenze da Carrara [...] incominciò a modellare un bassorilievo per una gran tazza che rappresentava Leopoldo I quando fa il suo ingresso in Toscana" (in Tinti 1936). E più avanti: "Questa tazza fu ordinata nel tempo di Napoleone, e doveva andarvi un bassorilievo della nascita del Re di Roma. Cadde Napoleone e non ebbe più luogo. Allora pattuì col marchese Torrigiani per quella tazza, e compose l'ingresso di Leopoldo I in Toscana e ancora questo non ebbe effetto". Tinti (1936) ne segnalava il modello nella gipsoteca bartoliniana, il disegno e la descrizione di quest'ultimo tra le carte dell'Archivio di Cesare Guasti. Il disegno (collezione privata) è stato esposto alla mostra di Prato del 1978 e commentato in catalogo dalla descrizione anonima dell'Archivio Guasti: "Nel secondo gruppo si rappresentano le riforme legislative che a lui si devono e vedesi la Giustizia che protegge l'Innocenza". Sul disegno è un'iscrizione inattendibile che lo dice eseguito "l'anno 1806"; ma se l'opera fu eseguita a Firenze, dove Bartolini si stabilì dal 1815, la data dovrebbe essere letta piuttosto come 1816 (Lorenzo Bartolini 1978).
altra localizzazioneluogo di provenienza: FI, Firenze
bibliografiaTinti M.( 1936)v. II, pp. 20, 23, 111, n. CXX; Lorenzo Bartolini( 1978)pp. 205-208, n. 28; Falletti F.( 2002)p. 128
definizionerilievo
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzovia Ricasoli, 58/60
rapportoRAPPORTO OPERA FINALE/ORIGINALE: Stadio opera: modello,
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Caldini R.; Funzionario responsabile: Sframeli M.
anno creazione2011
latitudine43.777035
longitudine11.258756

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana