CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte Giuseppe e la moglie di Putifarre di Sammacchini Orazio (1532/ 1577), a Firenze

L'opera d'arte Giuseppe e la moglie di Putifarre di Sammacchini Orazio (1532/ 1577), - codice 09 00288708 di Sammacchini Orazio (1532/ 1577), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, sala 33
immagine - immagine non disponibile -
bene culturaledipinto
soggettoGiuseppe e la moglie di Putifarre
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00288708
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenzepiazzale degli Uffizi
contenitorepalazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, sala 33
datazionesec. XVI ; 1570 (ca.) - 1575 (ca.) [bibliografia]
autoreSammacchini Orazio (1532/ 1577),
materia tecnicatavola/ pittura a olio
misurealt. 34, largh. 29,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiNR (recupero pregresso)Personaggi: moglie di Putifarre; Giuseppe. Abbigliamento: all'antica. Interno: scale; finestra. Paesaggi: cielo. Oggetti: letto con baldacchino; sgabello; ampolla; cariatide reggicortina; tendaggio.
notizie storico-criticheAttribuito nell'inventario del 1784 al Bronzino, in quello del 1825 ad Alessandro Allori, fu poi segnalato nel catalogo del 1926 a Gregorio Pagani con formula dubitativa, proposta ripresa con decisione dal Venturi nel 1933. Il problema attributivo si presenta complesso per la presenza di indubbi elementi stilistici non strettamente fiorentini, ma piuttosto evidenzianti un'area culturale settentrionale e piu' precisamente emiliana. Questa nuova ipotesi e' sostenuta dalla presenza di un disegno preparatorio per questo quadro che Schaw ha attribuito a Orazio Sommacchini (Oxford, Christ Church, n. 1346). Il dipinto in esame puo' considerarsi opera della attivita' tarda dell'artista che, allievo di Pellegrino Tibaldi aderi' soprattutto alle tematiche del Bagnocavallo, Innocenzo da Imola e in generale all'area culturale parmense e soltanto piu' tardi ai piu' complessi schemi del Manierismo tosco-romano. Un confronto in questo senso si puo' utilmente impostare con la "Presentazione al tempio" di San Giacomo Maggiore a Bologna nel 1575 e con "Venere e Amore" fino agli anni '70 in collezione privata a Zagabria. La Thiem indica come probabile fonte di ispirazione per il "Casto Giuseppe" uno degli arazzi eseguiti su disegno del Bronzino nella sala dei Duegento in Palazzo Vecchio, mentre Pillsbury accosta lo stile delle figure ed il taglio compositivo-spaziale agli affreschi del Sabbatini collabboratore e coetaneo del Samacchini, nel ricetto di Palazzo Vecchio.
altra localizzazioneluogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze; luogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze
altre attribuzioniPagani GregorioAnonimo
bibliografiaVenturi A.( 1901-1940)v. IX, parte 7, p. 145; Poggi G.( 1926)p. 67; Mostra Cinquecento( 1940)p. 106; Thiem C.( 1970)p. 64; Pillsbury E. P.( 1974)LVI, p. 287; Byam Shaw J.( 1976)p. 240; Uffizi catalogo( 1980)p. 470, n. P1413; Palazzo Vecchio( 1980)p. 292,
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzopiazzale degli Uffizi
ente schedatoreL. 41/1986
ente competenteS417
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Pilati E.; Funzionario responsabile: Damiani G.; Aggiornamento-revisione: Romagnoli G./ Rousseau B. (2002), Referente scientifico: NR (recupero pregresso); ARTPAST (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1989
anno modifica2002; 2006
latitudine43.768826
longitudine11.255744

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana