CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte Giudizio di Paride di Scarsella Ippolito detto Scarsellino (1550 ca./ 1620), a Firenze

L'opera d'arte Giudizio di Paride di Scarsella Ippolito detto Scarsellino (1550 ca./ 1620), - codice 09 00287653 di Scarsella Ippolito detto Scarsellino (1550 ca./ 1620), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, sala 33
immagine - immagine non disponibile -
bene culturaledipinto
soggettoGiudizio di Paride
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00287653
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenzepiazzale degli Uffizi
contenitorepalazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, sala 33
datazionesec. XVI ; 1590 (ca.) - 1595 (ca.) [bibliografia]
autoreScarsella Ippolito detto Scarsellino (1550 ca./ 1620),
materia tecnicarame/ pittura a olio
misurealt. 51, largh. 73.5,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiNR (recupero pregresso)Personaggi: Paride; Minerva; Venere; Giunone; Mercurio. Abbigliamento: classico. Attributi: (Paride) pomo. Attributi: (Mercurio) caduceo; calzari alati; petaso. Paesaggi: rocce; nuvole. Oggetti: panno di lino; panno. Vegetali: alberi.
notizie storico-criticheIppolito Scarsella, detto lo Scarsellino, cresciuto nel clima manieristico dell'ambiente ferrarese-parmense, impronta tutta la sua produzione ad un intenso cromatismo di tradizione veneta, in particolare del Veronese, da cui si lascia influenzare. La rotondità formale è desunta però da Tiziano, dal Bassano il gusto per le scene di genere e dal Dosso i suggestivi e fantasiosi lampeggiamenti di luce. Si tratta di punti solenni ed autorevoli che non riescono comunque a camuffare la vera natura, intima e popolaresca, portata più all'osservazione delle cose minute e familiari della quotidianità che alle sinuose movenze nelle quali atteggia le sue divine figure. Lasciando in ombra sulla sinistra il protagonista della scena, Paride. L'episodio in cui il principe pastore assegna il pomo d'oro a Venere conferendole il primato della bellezza sopra Giunone e Minerva, tra tutti i temi mitologici trattati dagli artisti, e' quello che ha goduto di maggiore popolarità.
altra localizzazioneluogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze; luogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze
bibliografiaNovelli M.A.( 1964)p. 34; Uffizi catalogo( 1980)p. 473 n. P1427; Uffizi( 1982-1983)v. II p. 85
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzopiazzale degli Uffizi
ente schedatoreL. 41/1986
ente competenteS417
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Pilati E.; Funzionario responsabile: Damiani G.; Aggiornamento-revisione: Romagnoli G./ Rousseau B. (2002), Referente scientifico: NR (recupero pregresso); ARTPAST (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1989
anno modifica2002; 2006
latitudine43.768826
longitudine11.255744

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana