CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte Giuditta di Lorenzo di Bicci (notizie 1370-1399), a Firenze

L'opera d'arte Giuditta di Lorenzo di Bicci (notizie 1370-1399), - codice 09 00281538 - 2 di Lorenzo di Bicci (notizie 1370-1399), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in chiesa, Chiesa di Orsanmichele o S. Michele in Orto, Via Orsanmichele 7, lato nord, seconda campata, volta
immagineGiuditta di Lorenzo di Bicci (notizie 1370-1399),  - codice 09 00281538 - 2
bene culturaledipinto murale, vela, lato est
soggettoGiuditta
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00281538 - 2
localizzazioneITALIA, Toscana, FI, FirenzeVia Orsanmichele 7
contenitorechiesa, Chiesa di Orsanmichele o S. Michele in Orto, Via Orsanmichele 7, lato nord, seconda campata, volta
datazionesec. XIV fine; 1398 (ca) - 1399 (ante) [bibliografia; analisi stilistica]
autoreLorenzo di Bicci (notizie 1370-1399),
materia tecnicaintonaco/ pittura a fresco
misureUNR
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticin.p.Soggetti sacri: Personaggi: Giuditta. Abbigliamento: veste; cappello. Attributi: (Giuditta) spada; testa di Oloferne; corona. Oggetti: cartiglio; asta. Allegorie-simboli: raggi divini. Decorazioni: cielo stellato.
notizie storico-criticheLa decorazione delle volte di Orsanmichele risale alla fine del secolo XIV quando con una ordinanza del Consiglio Maggiore della Repubblica in data 11 febbraio 1398, la Signoria autorizzò i capitani di Orsanmichele a riservare dalle loro entrate annuali, la somma di 720 fiorini per tre anni, da spendere per affrescare le volte e le pareti della chiesa (Firenze, A. S. F., Arch. Dei Consigli Maggiori, Provvisioni, Registri, num. 86, dal 29 Aprile 1397 al 22 Marzo 1397-8, fol. 330 recto; documento pubblicato in Horne H. P., 1909). Le prime campate ad essere affrescate furono le quattro verso via dei Calzaiuoli. Una poesia scritta in occasione della processione dei Bianchi del 1399 da Franco Sacchettii, che era stato capitano della Compagnia nel 1398 e responsabile del programma iconografico delle pitture, ci informa che a questa data le prime quattro campane erano già state affrescate (poesia riportata in Cohn W., 1958). Scomparse in seguito ad una imbiancatura eseguita nel 1770, sono riemerse dopo il restauro del 1864. Nella volta in questione sono rappresentate: Miriam, Esther, Giuditta, Ruth. Queste figure, iconograficamente in relazione con quelle della corrispondente volta sul lato destro, vennero attribuite dal Vasari, insieme con il resto della decorazione della chiesa, a Jacopo del Casentino, dal Gamba e dall’Horne ad un pittore vicino a Spinello Aretino, dai Paatz ad un gruppo di pittori fra cui lavoravano anche Niccolò di Pietro Gerini ed Ambrogio di Baldese. La presente volta è stilisticamente affine a quella adiacente della prima campata, attribuita a Lorenzo di Bicci, ed è quindi riferibile allo stesso ambito artistico. Giuditta è da mettere in relazione con la figura di David posta nella vela est della corrispondente volta di destra. Entrambi sono infatti simbolo della virtù che trionfa sul vizio.
altre attribuzioniJacopo del Casentino; Gerini Niccolò di Pietro
committenzaCapitani delle Arti (1398/ 1402)
definizionedipinto murale
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoVia Orsanmichele 7
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Battista L.; Funzionario responsabile: Meloni S.; Trascrizione per informatizzazione: Lacasella A. (2011)
anno creazione1989
latitudine43.770874
longitudine11.255052

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana