CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte Giove, Venere e Amore di Paoletti Bartolomeo (1757/ 1834), a Firenze

L'opera d'arte Giove, Venere e Amore di Paoletti Bartolomeo (1757/ 1834), - codice 09 00649806 di Paoletti Bartolomeo (1757/ 1834), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti, P.zza Pitti, 1, Museo degli Argenti, Deposito
immagineGiove, Venere e Amore di Paoletti Bartolomeo (1757/ 1834),  - codice 09 00649806
bene culturalematrice
soggettoGiove, Venere e Amore
tipo schedaOA_2.00
codice univoco09 00649806
localizzazioneFI, FirenzeP.zza Pitti, 1
contenitorepalazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti, P.zza Pitti, 1, Museo degli Argenti, Deposito
datazionesec. XVIII ; 1796 - 1797 [bibliografia]
autorePaoletti Bartolomeo (1757/ 1834),
materia tecnicavetro/ fusione/ molatura
misuremm, alt. 63, largh. 50, sp. 8.5
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiDivinità: Giove; Venere; Amore.
notizie storico-criticheLa matrice appartiene a un gruppo di stampi in vetro per la produzione di impronte in zolfo o scagliola commissionati all'antiquario romano Bartolomeo Paoletti nel 1796 e ultimati nel 1797. Il Paoletti riprodusse i cammei e gli intagli più importanti della collezione glittica dei granduchi di Toscana per un totale di oltre seicento esemplari (per ulteriori notizie si rimanda alla scheda OA 09/00649739). In particolare, la matrice qui considerata deriva da un raffinato cammeo in conchiglia conservato presso il Museo degli Argenti di Firenze (inv. Gemme 1921, n. 200). Nel catalogo manoscritto di Tommaso Puccini, direttore della Galleria degli Uffizi, dedicato alle gemme riprodotte dal Paoletti il cammeo è descritto nel modo seguente: "Conchiglia. Giove seminudo sedente in atto di abbracciar Venere, e prendere con la sinistra per mano Amore stante sopra un piedistallo presso la madre con la faretra al fianco. Opera che sente molto lo stile caricato del Bronzino, ma che non manca né di spirito, né d'intelligenza" (BdU, ms. 47, n. 152 - 1577). Lo stampo è in vetro di colore marrone.
altra localizzazioneluogo di provenienza: FI, Firenze
bibliografiaPregio bellezza( 2010)pp. 62-67, 320-321, n. 174; Curiosità reggia( 1979)p. 104, n. 27; Gennaioli R.( 2007)p. 198, n. 109
definizionematrice
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoP.zza Pitti, 1
rapportoRAPPORTO OPERA FINALE/ORIGINALE: Stadio opera: calco, Opera finale/originale:cammeo, Soggetto opera finale/originale: Giove, Venere e Amore, Autore opera finale/originale: bottega francese, Data opera finale/originale: , Collocazione opera finale/original
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Gennaioli R.; Funzionario responsabile: Sframeli M.
anno creazione2011
latitudine43.765656
longitudine11.249350

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana