CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte giovane ubriaco di Van Mieris Franz (1635/ 1681), a Firenze

L'opera d'arte giovane ubriaco di Van Mieris Franz (1635/ 1681), - codice 09 00131498 di Van Mieris Franz (1635/ 1681), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, sala 47 Pittori olandesi XVII secolo Leida
immagine - immagine non disponibile -
bene culturaledipinto
soggettogiovane ubriaco
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00131498
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenzepiazzale degli Uffizi
contenitorepalazzo, Palazzo degli Uffizi, Complesso vasariano, piazzale degli Uffizi, Galleria degli Uffizi, sala 47 Pittori olandesi XVII secolo Leida
datazionesec. XVII terzo quarto; 1650 - 1674 [documentazione; analisi stilistica]
autoreVan Mieris Franz (1635/ 1681),
materia tecnicatavola/ pittura a olio
misurecm, alt. 25.8, largh. 19.6,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiNR (recupero pregresso)Soggetti profani. Figure maschili: giovane uomo; ragazzo. Figure femminili: giovane donna. Oggetti: bicchiere; caraffa; carte da gioco. Mobilia: tavolo. Interno. Abbigliamento: abbigliamento contemporaneo.
notizie storico-criticheUn giovane soldato dalla casacca gialla, con sciarpa verde a bandoliera, sta seduto su un tavolo in atto di mostrare ad una giovane donna, dall'abito ampiamente scollato, un bicchiere di vetro che regge rovesciato con la mano destra, a dimostrazione che non contiene più liquido. A sinistra poggiato con la testa sullo stesso tavolo, dorme un altro giovane accanto ad un mazzo di carte. Il dipinto venne inviato da Cosimo III de' Medici alla Galleria degli Uffizi l'11 febbraio 1683 da Livorno. E' quindi ricordato nell'inventario della Galleria del 1704 'con suo adornam.o (cioè cornice) d'ebano scorniciato liscio, e tinto di nero, entro una custodia di pero sim.e con due sportelli davanti maschiettati'. Ricordato anche negli inventari successivi di Galleria. Non è dunque possibile che esso sia il quadro che l'Hofstede de Groot indica come ancora ad Amsterdam nel 1773. Il Gerson (1948) ha supposto che il dipinto sia stato acquistato direttamente da Cosimo de' Medici nel suo primo viaggio compiuto nei Paesi Bassi nel 1667; è certo comunque che esso si trovava nella residenza medicea di Livorno nel 1683, anno nel quale fu inviato nella Galleria degli Uffizi dal Granduca. Il dipinto è sempre stato considerato del Van Mieris il Vecchio, ma recentemente il Naumann (1981), basandosi sulla grafia della firma, che non gli sembra quella usuale al pittore, ha pensato che possa essere di uno dei figli, Jan, modificata in seguito in quella del padre. Può anche darsi che la firma fosse addirittura falsa e molto più recente, poiché sembra sia scomparsa a una semplice pulitura. Comunque sia, l'attribuzione a Jan è da prendersi con cautela: la tipologia della figura indica lo stile di Frans il Vecchio, in una fase ancora giovanile, sotto l'influsso di G. Dou. Il dipinto è stato inciso da Wicar (le villain per Wicar-Mongez 1789). Il Naumann (1981) ne segnala una copia di G. Cannicci (Firenze, prima metà del XIX secolo). Sembra che il dipinto fosse firmato su una trave del soffitto in alto a destra: F. V. Mieris fe. La firma, attestata anche da Rigoni, Pieraccini e Poggi, è tuttavia attualmente invisibile: essa è però visibile nella fotografia Brogi, mentre non è leggibile in quella GFS del 1965-66 circa, e non se ne sono trovate tracce nel recente restauro (1976). E' quindi probabile che essa sia scomparsa in una pulitura eseguita tra la data di esecuzione della fotografia Brogi e il 1965-66 (non nel 1976 come afferma il Naumann, 1981).
altra localizzazioneluogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze; luogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze; luogo di provenienza: Toscana, AR, Poppi; luogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze; luogo di deposito: Toscana, FI, Firenze; luogo di deposito: Toscana, FI, Firenze;
bibliografiaLanzi L.( 1782)p. 141; Zacchiroli F.( 1783)v. II, p. 88, n. CXXI; Smith J.( 1829-1842)p. 46, n. 40; Rigoni C.( 1891)p. 286; Lafenestre G./ Richtenberger E.( 1894)p. 954; Von Wurzbach A.( 1906-1911)v. II, n. 165; Hofstede de Groot C.( 1907-1928)v. X, p. 27
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzopiazzale degli Uffizi
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Chiarini M.; Funzionario responsabile: Paolucci A.; Trascrizione per informatizzazione: ARTPAST/ Bartolucci L. (2006); Aggiornamento-revisione: Fabiani L. (1999), Referente scientifico: NR (recupero pregresso); ARTPAST (2006), Referent
anno creazione1980
anno modifica1999; 2006; 2015
latitudine43.768826
longitudine11.255744

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana