CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte giardinieri a Firenze

L'opera d'arte giardinieri - codice 09 00131689 si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti, P.za Pitti, 1, Museo delle Porcellane
immagine - immagine non disponibile -
bene culturalestatuetta, coppia
soggettogiardinieri
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00131689
localizzazioneItalia, Toscana, FI, FirenzeP.za Pitti, 1
contenitorepalazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti, P.za Pitti, 1, Museo delle Porcellane
datazionesec. XVIII ; 1768 (post) - 1799 [analisi stilistica]
ambito culturalemanifattura viennese(analisi stilistica)
materia tecnicabiscuit
misurealt. 17.3,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiDue giovani giardinieri, uomo e donna. Manca un mazzo di fiori che il giardiniere teneva nella mano destra.Soggetti profani. Figure maschili: giardiniere. Figure femminili: giardiniera.
notizie storico-criticheLa produzione di figurine cominciò a Vienna intorno al 1770. Originariamente le statuine, come quelle qui considerate, erano dipinte a colori (cfr. J. Folnesics, Die Wiener Porzellan Sammlung Karl Mayer, Vienna 1914, nn. 382, 383, 394, 429) e tante erano fabbricate dagli anni 1750 in poi. Intono al 1760 le stesse figurine cominciarono ad essere verniciate di bianco, per esempio quelle che facevano parte del grand eservizio da 'dessert' prodotto nel 1767 per il sessantesimo compleanno di Ranier I. Kollmann, nominata abate del 'Konvent des Stiftes' in quell'anno (v. J. Folnesics e E.W. Braun, op. cit., pp. 174 e 181). In questo servizio ci sono alcune figure simili a quelle in Palazzo Pitti. Secondo W.B. Honey (vedi 'European Ceramic Art', Londra 1952, p. 650, furono create da Josef Niedermayer, capo modellatore della manifattura dal 1747 al 1784. Una statuetta della giardiniera che porta la marca di Josef Dangel e data del 1770 circa rappresenta la giovane donna con la testa girata a destra (vedi il catalogo 'Europaisches Porzellan', Dusseldorf 1966, n. 122); ovviamente nei periodi diversi in cui queste figurine vennero fabbricate sia verniciate in colori diversi, sia verniciate in bianco oppure in 'biscuit' come quelle di Palazzo Pitti, i loro atteggiamenti erano leggermente cambiati secondo il desiderio del 'Bossier'. Le figurine di questo tipo erano sempre accoppiate secondo il tema che rappresentavano. Negli inventari fiorentini della Confettureria dal 1794 in poi vengono elencate statuette e gruppi in 'biscuit', ma le loro descrizioni sono troppo vaghe per permetterci di identificarli con sicurezza; però siccome il numero dei pezzi di questo genere che risulta nell'inventario del 1816 da cui si tracciano i biscuit oggi nella collezione e siccome sono diverse indicazioni di un inventario precedente delle porcellane in cui, considerando le date di queste figurine, vi sarebbero trovate, possiamo dire con qualche convinzione che questi piccoli 'biscuit' appartenevano al granduca Pietro Leopoldo. Negli inventari dal 1829 al 1879 sono elencate insieme, senza specificazione, 38 statuette in 'biscuit'.
definizionestatuetta
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoP.za Pitti, 1
ente schedatoreS17
ente competenteS417
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Tabakoff S.; Funzionario responsabile: Meloni S.; Trascrizione per informatizzazione: ARTPAST/ Morena F. (2006); Aggiornamento-revisione: ARTPAST/ Morena F. (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1973
anno modifica2006
latitudine43.765656
longitudine11.249350

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana