CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte Gesù Bambino benedicente di Strozzi Zanobi di Benedetto (1412/ 1468), Battista di Niccolò da Padova (notizie dal 1425/ 1452), a Firenze

L'opera d'arte Gesù Bambino benedicente di Strozzi Zanobi di Benedetto (1412/ 1468), Battista di Niccolò da Padova (notizie dal 1425/ 1452), - codice 09 00161784 - 3.2 di Strozzi Zanobi di Benedetto (1412/ 1468), Battista di Niccolò da Padova (notizie dal 1425/ 1452), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in convento, domenicano, Convento di S. Marco, Chiesa e convento di S. Marco, P.zza S. Marco, 3, Museo di S. Marco, Biblioteca
immagine - immagine non disponibile -
bene culturaleminiatura, c. 23r
soggettoGesù Bambino benedicente
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00161784 - 3.2
localizzazioneItalia, Toscana, FI, FirenzeP.zza S. Marco, 3
contenitoreconvento, domenicano, Convento di S. Marco, Chiesa e convento di S. Marco, P.zza S. Marco, 3, Museo di S. Marco, Biblioteca
datazionesec. XV ; 1449 - 1449 [documentazione]
autoreStrozzi Zanobi di Benedetto (1412/ 1468), Battista di Niccolò da Padova (notizie dal 1425/ 1452),
materia tecnicapergamena/ miniatura/ pittura a temperaoro in foglia
misuremm, alt. 47, largh. 75,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiIniziale grande con figura P (uer natus est), rubr, Ad maiorem missam offitium.Personaggi: Gesù Bambino. Attributi: (Gesù Bambino) raggera. Soggetti sacri: benedizione.
notizie storico-criticheCodice eseguito per il convento di S. Marco e passato al Museo in seguito alle leggi eversive del 1866. Le iniziali miniate furono attribuite a Zanobi Strozzi dal D'Ancona ma, in base ad un documento pubblicato dalla Levi D'Ancona e ricordato dal Chiarelli, possiamo conoscere la datazione esatta del Messale (1449), il nome dello "scriptor" (il monaco vallombrosano Antonio di Simone), del legatore (Vespasiano da Bisticci, 1421-1498) e del miniatore delle iniziali miniate, Battista di Niccolò da Padova, seguace dell'Angelico. E' probabile che Battista di Niccolò da Padova abbia eseguito le storie e le figure, da attribuirsi a lui sulla base del documento, e che l'ornamentazione delle iniziali decorate, il corpo delle lettere e la decorazione delle iniziali con figure e con storia siano da attribuirsi a zanobi Strozzi ed alla sua bottega, per analogia con altre opere dello stesso autore. Si vedano, ad esempio, le iniziali dei codici inv. 1918 di S. Marco n. 517, 518, 520, 521, 522, 524, 525, 526 e 527.
committenzaGiovanni dei Medici (1449)
bibliografiaRondoni F.( 1876)n. 23; D'Ancona P.( 1914)n. 1049, p, 130; Levi D'Ancona M.( 1962)pp. 59, 290; Chiarelli R.( 1968)pp. 25, 28
definizioneminiatura
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoP.zza S. Marco, 3
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Ghetti A.; Funzionario responsabile: Meloni S.; Trascrizione per informatizzazione: ARTPAST/ Pieroni V. (2007); Aggiornamento-revisione: ARTPAST/ Pieroni V. (2007), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1983
anno modifica2007
latitudine43.779926
longitudine11.245030

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana