Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte Gesù asciugato dalla Veronica di Curradi Francesco detto Battiloro (1570/ 1661), a Firenze

L'opera d'arte Gesù asciugato dalla Veronica di Curradi Francesco detto Battiloro (1570/ 1661), - codice 09 00227908 di Curradi Francesco detto Battiloro (1570/ 1661), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia
immagineGesù asciugato dalla Veronica di Curradi Francesco detto Battiloro (1570/ 1661),  - codice 09 00227908
bene culturaledipinto
soggettoGesù asciugato dalla Veronica
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00227908
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenze
datazionesec. XVII ; 1640 (post) - 1661 (ca.) [analisi stilistica]
autoreCurradi Francesco detto Battiloro (1570/ 1661),
materia tecnicatela/ pittura a olio
misurealt. 190, largh. 250,
condizione giuridicaproprietà Ente pubblico territoriale
dati analiticiNR (recupero pregresso)Personaggi: Crito; Cireneo; Veronica. Figure: astanti; soldati. Abbigliamento: all'antica; contemporaneo. Oggetti: croce; corona di spine; velo; asta. Armi: lance; armature; elmi.
notizie storico-criticheDell'opera, in cattivo stato di conservazione, ci è ignota la provenienza, perchè non c'è traccia di essa nelle antiche guide. Un'ipotesi da considerare è che provenisse da un'altra chiesa, e forse da S. Trinita, dal momento che il Richa nominava in essa un Cristo che porta la croce attribuendolo al Vignali; anche i Paatz citavano per S. Trinita un Trasporto della Croce con S. Veronica, datandolo 1642. La datazione del quadro e la sua descrizione si adatterebbero molto bene alla tela del Curradi; in essa ritroviamo infatti i caratteri dell'attività tarda del pittore, come la mollezza eccessiva dei panneggi, la mancanza di quel vigore chiaroscurale delle opere degli anni Trenta e l'uso ripetuto dei medesimi personaggi. Nella tela ritornano infatti personaggi desunti da altri quadri, come la pia donna velata di nero all'estrema destra nel quadro, che possiamo paragonere con la devota che sorregge la testa di S. Cecilia nel quadro con La morte di S. Cecilia in S. Stefano al Ponte (1641 ca.) Anche la Veronica può essere avvicinata alla Maria della Natività dei Gerolamini a Napoli ed infine, i soldati sulla sinistra che hanno il loro prototipo nella Decapitazione di S. Paolo a Volterra.
bibliografiaKirchen Florenz( 1940-1954)V. V, p. 302; Richa G.( 1754-1762)V: III, p. 161; Sacchetti L.( 1989)pp. 25-31; De Castro L./ Middione R.( 1986)pp. 66-67
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
ente schedatoreS17
ente competenteS128
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Sacchetti L.; Funzionario responsabile: Meloni S.; Trascrizione per informatizzazione: ARTPAST/ Bellini F. (2006); Aggiornamento-revisione: ARTPAST/ Bellini F. (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1990
anno modifica2006

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana