Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte genio della morte di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850), a Firenze

L'opera d'arte genio della morte di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850), - codice 09 00743000 - 2 di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in monastero, già benedettino femminile, Monastero di S. Niccolò di Cafaggio ora Galleria dell'Accademia, via Ricasoli, 58/60, Galleria dell'Accademia, Salone dell'Ottocento, parete, 46/c
immaginegenio della morte di Bartolini Lorenzo (1777/ 1850),  - codice 09 00743000 - 2
bene culturalestatua, elemento d'insieme
soggettogenio della morte
tipo schedaOA_2.00
codice univoco09 00743000 - 2
localizzazioneFI, Firenzevia Ricasoli, 58/60
contenitoremonastero, già benedettino femminile, Monastero di S. Niccolò di Cafaggio ora Galleria dell'Accademia, via Ricasoli, 58/60, Galleria dell'Accademia, Salone dell'Ottocento, parete, 46/c
datazionesec. XIX ; 1829 - 1841 [bibliografia]
autoreBartolini Lorenzo (1777/ 1850),
materia tecnicagesso/ formatura
misurecm, alt. 165, largh. 64, prof. 50,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiPersonificazioni: genio della morte.
notizie storico-criticheIl monumento fu commissionato nel 1829 a Bartolini da Maria Luisa d'Asburgo duchessa di Parma, vedova di Napoleone I e dal 1821 moglie morganatica del conte di Neipperg. Pervenne a Parma soltanto nel 1841, dove fu sistemato in una cappellina preparata appositamente nella Cappella Ducale di S. Ludovico. E' composto da un'alta base, ornata da un rilievo con un cavallo davanti a un affusto di cannone infisso con la bocca a terra, a guisa di colonna a cui è appesa una corona; sopra la base, davanti alla stele col ritratto di profilo di Neipperg, a sinistra è la figura della Poesia Epica, al centro il Genio della morte, a destra il colbacco, lo spencer e la sciabola del defunto posti sopra un tamburo. Nel 1905 il monumento fu trasferito nella chiesa di S. Maria della Steccata. Studi grafici, che ne documentano l'evoluzione progettuale in almeno tre varianti, sono presso il Museo Civico di Prato (Lorenzo Bartolini 1978).
altra localizzazioneluogo di provenienza: FI, Firenze; luogo di provenienza: FI, Firenze
committenzaMaria Luigia d'Asburgo duchessa di Parma (1829)
bibliografiaLorenzo Bartolini( 2011)pp. 366-368, n. 74; Tinti M.( 1936)pp. 70-71, n. LXXVI; Lorenzo Bartolini( 1978)pp. 229-232, 264-265, 289
definizionestatua
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzovia Ricasoli, 58/60
rapportoRAPPORTO OPERA FINALE/ORIGINALE: Stadio opera: modello, Data opera finale/originale: , Collocazione opera finale/originale: PR/ Parma/ chiesa di S. Maria della Steccata/ Monumento funebre a Adam Albert di Neipperg,
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Caldini R.; Funzionario responsabile: Sframeli M.
anno creazione2011
latitudine43.777035
longitudine11.258756

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana