CulturaSpicciola.com

 

se sei arrivato su questo sito potrebbe interessarti questo blog di cultura a 360 gradi: culturaspicciola.com

Opera d'arte galline di Spadini Armando (1883/ 1925), a Firenze

L'opera d'arte galline di Spadini Armando (1883/ 1925), - codice 09 00118122 di Spadini Armando (1883/ 1925), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti, P.zza Pitti, 1, Galleria d'Arte Moderna
immaginegalline di Spadini Armando (1883/ 1925),  - codice 09 00118122
bene culturaledipinto
soggettogalline
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00118122
localizzazioneItalia, Toscana, FI, FirenzeP.zza Pitti, 1
contenitorepalazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti, P.zza Pitti, 1, Galleria d'Arte Moderna
datazionesec. XX ; 1910 (ca) - 1925 (ante) [analisi stilistica; documentazione]
autoreSpadini Armando (1883/ 1925),
materia tecnicatela/ pittura a olio
misurecm, alt. 50, largh. 65,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiNR (recupero pregresso)Animali: galline.
notizie storico-criticheDai documenti la donazione di Ugo Ojetti risulta fatta nel maggio 1925, come conferma una lettera del Tarchiani al Ministro della Pubblica Istruzione, datata 5 giugno 1925, dove parla del dono Ojetti come di "un magnifico dipinto che opportunamente si aggiunge alle due recentissime acquistate, a ben rappresentare il compianto maestro". Le due opere sono quelle acquistate dalla vedova, Signora in giardino e Ritratto muliebre. Nella stessa lettera il Tarchiani comunicava che la vedova Spadini aveva donato alla Galleria "l'abbozzo di un autoritratto" del pittore, ora agli Uffizi: il Ministero rispondeva il 24 giugno richiedendo fotografie e notizie delle due opere per il "Bollettino d'Arte". Il quadro, che ha tutta la vivacità della notazione dal vero è certamente degli ultimi anni romani dell'artista, probabilmente durante l'aggravarsi della malattia. I biografi ricordano infatti come, costretto a non muoversi da casa, prendesse a soggetto le galline e i tacchini allevati dal padrone di casa nell'orto, in località Villetta Parioli, allora quasi agreste. La pennellata rapida e nervosa, lo scorcio alla giapponese, il senso del movimento, testimoniano l'aderenza istintiva di Spadini, soprattutto nei piccoli formati, ad un impressionismo immediato, legato all'osservazione quotidiana.
altra localizzazioneluogo di provenienza: Toscana, FI, Firenze
bibliografiaArmando Spadini( 1927)n. 329; Argentieri G.( 1970)
definizionedipinto
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoP.zza Pitti, 1
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Lamberti M. M.; Funzionario responsabile: Paolucci A.; Trascrizione per informatizzazione: ARTPAST/ Caldini R. (2006); Aggiornamento-revisione: ARTPAST/ Caldini R. (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregresso);
anno creazione1974
anno modifica2006
latitudine43.779926
longitudine11.245030

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana