Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte a Firenze

L'opera d'arte vaso - codice 09 00746117 si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti, P.zza Pitti, 1, Museo degli Argenti, Sala dei vasi di Lorenzo il Magnifico, vetrina centrale.
immaginevaso  - codice 09 00746117
bene culturalevaso
tipo schedaOA_2.00
codice univoco09 00746117
localizzazioneFI, FirenzeP.zza Pitti, 1
contenitorepalazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti, P.zza Pitti, 1, Museo degli Argenti, Sala dei vasi di Lorenzo il Magnifico, vetrina centrale.
datazionesec. XV seconda metà; 1450 (ca) - 1499 (ca) [bibliografia]; sec. XIV seconda metà; 1350 (ca) - 1399 (ca) [bibliografia]
ambito culturalebottega veneziana, vaso(bibliografia)bottega fiorentina, montatura(bibliografia)
materia tecnicadiaspro rosso/ molatura/ incisioneargento/ fusione/ cesellatura/ doratura a fuocosmalto traslucidooro/ filigrana
misurecm, alt. 40.2, 1670
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
dati analiticiIl corpo del vaso a due anse, eseguito in un unico blocco di diaspro rosso con macchie grigie, poggia su una base circolare con orlo modanato e breve gradino traforato a piccoli segmenti verticali. La sezione superiore del piede presenta grosse baccellature contrapposte e inserti di smalto traslucido con motivi vegetali e floreali. Il coperchio, ricavato da un diverso blocco di diaspro, è dotato lungo l'orlo di una montatura in lamina d'argento sbalzata, dorata a fuoco e abbellita da lastrine in cui elementi floreali in oro campiscono contro un fondo di smalto traslucido. Il puntale, che fuoriesce da una coroncina con fastigio a gigliucci, è costituito da cono in argento sul quale è incisa l'impresa medicea dell'anello a punta di diamante e le tre piume, un tempo smaltate di bianco, rosso e verde, congiunta a un cartiglio recante il motto "SEMPER". Tale elemento sostiene un globo mobile ornato da palle in smalto rosso, come nella più antica forma dello stemma Medici, ed è racchiuso entro una struttura che ripropone l'impresa dell'anello con diamante.
notizie storico-criticheIl vaso è ascrivibile a manifattura francese e veneziana del XIV secolo. Il materiale usato, piuttosto raro, è simile a quello della croce monolitica del Museo dell'Opera del Duomo di Siena e di una croce del Victoria and Albert Museum (Inv. n.559/1884) probabilmente francese. Il motivo dei tre piccoli astragali trasversali sui manici rimanda direttamente al manico di un vaso in onice del tesoro di San Marco a Venezia (in "Tesoro di San Marco", p. 6 e sgg., n. 6). La montatura è attribuita a Giusto da Firenze (Middeldorf) per il confronto con il reliquario Vagnucci del Museo Diocesano di Cortona (1457). Il finale è aggiunto precedente il 1464, anno in cui lo stemma della famiglia Medici si arricchì della palla blu caricata di tre fiordalisi d'oro concessa da Luigi XI di Francia. In possesso di Piero e di Lorenzo de' Medici, il vaso fu donato da Clemente VII alla Basilica di San Lorenzo nel 1532; conteneva reliquie dei Santi Stefano e Lorenzo. Fino al 1785 fu nella Tribuna delle Reliquie poi al Gabinetto delle Gemme. Dopo il 1861 fu esposto nella Sala della Niobe e dal 1921 si trova nel Museo degli Argenti.
altra localizzazioneluogo di provenienza: FI, Firenze; luogo di provenienza: FI, Firenze
bibliografiaTesoro Lorenzo( 1974)p. 107, n. 9; Richa G.( 1754-1762)v. V, 1757, pp. 48-53, n. 1
definizionevaso
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoP.zza Pitti, 1
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: NR; Funzionario responsabile: Paolucci A.; Trascrizione per informatizzazione: Gennaioli R. (2011)
anno creazione1975
latitudine43.765656
longitudine11.249350

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana