Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte a Firenze

L'opera d'arte organo - codice 09 00101847 si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in chiesa, Chiesa di S. Martino alla Scala, Chiesa e Monastero di S. Martino alla Scala ora Istituto Penale Minorile, Via della Scala
immagineorgano  - codice 09 00101847
bene culturaleorgano
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00101847
localizzazioneItalia, Toscana, FI, FirenzeVia della Scala
contenitorechiesa, Chiesa di S. Martino alla Scala, Chiesa e Monastero di S. Martino alla Scala ora Istituto Penale Minorile, Via della Scala
datazionesec. XVII ; 1600 - 1699 [analisi stilistica]; sec. XIX ; 1800 - 1899 [analisi stilistica]
ambito culturalebottega toscana(analisi stilistica)
materia tecnicalegno/ intagliostagnozincopiombo
misurealt. 260, largh. 214, prof. 75,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero di Grazia e Giustizia Istituto Penale per Minori G. P. Meucci
dati analiticiOrgano posto in cantoria sopra la vecchia porta d'ingresso. La cantoria è in realtà il vecchio coro delle monache comunicante con la chiesa attraverso due finestre chiuse da grate di ferro. Dell'organo appare soltanto la facciata, essendo la tastiera posta sul dietro come tutti gli organi così detti 'da monache'. La facciata con sue paraste è del secolo XVII (primi decenni) mentre la decorazione in gesso raffigurante una finta balaustra e una finta cassa con volute laterali e timpano è del XVIII. Facciata in tre campi divisi da paraste di legno intagliato e dorato con fregi trasversali per ogni campata: 19 canne (7-5-7) con bocche allineate e labbro superiore a mitria.NR (recupero pregresso)
notizie storico-criticheSi tratta di un grazioso organo 'da monache' che in origine doveva essere sicuramente di 6 piedi e poi abbassato di corista (la prima canna di facciata è infatti è Sol 1). Detto strumento, più antico, di cui resta la facciata e alcune canne interne risale al sec. XVII. Nel sec. XIX è stato rifatto ampliando la tessitura a 45 tasti forse da un organaro di scuola lucchese. La sostituzione di alcune canne di facciata con canne di zinco, del Flauto con tutte canne di zinco e l'asportazione della XXIX con la messa in opera di nuovi mantici è da attribuirsi a Danilo Paoli di Campi Bisenzio. L'organo, a causa delle devastazioni subite (vedi osservazioni) non funziona e ha bisogno di essere ripristinato.
definizioneorgano
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoVia della Scala
ente schedatoreS17
ente competenteS128
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Nigi M.Compilatore scheda: Lorenzini R.; Funzionario responsabile: Meloni S.; Trascrizione per informatizzazione: ARTPAST/ Coppi L. (2006); Aggiornamento-revisione: ARTPAST/ Coppi L. (2006), Referente scientifico: NR (recupero pregress
anno creazione1981
anno modifica2006
latitudine43.784941
longitudine11.189868

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana