Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte di Talenti Jacopo fra (1300 ca./ 1362), a Firenze

L'opera d'arte di Talenti Jacopo fra (1300 ca./ 1362), - codice 09 00281201 - 9 di Talenti Jacopo fra (1300 ca./ 1362), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in chiesa, conventuale domenicana, Chiesa di S. Maria Novella, Chiesa e Convento di S. Maria Novella, piazza S. Maria Novella
immaginedi Talenti Jacopo fra (1300 ca./ 1362),  - codice 09 00281201 - 9
bene culturalemonumento funebre, parte inferiore, quinto da sinistra
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00281201 - 9
localizzazioneItalia, Toscana, FI, Firenzepiazza S. Maria Novella
contenitorechiesa, conventuale domenicana, Chiesa di S. Maria Novella, Chiesa e Convento di S. Maria Novella, piazza S. Maria Novella
datazionesec. XIV ; 1314 ((?)) - 1362 (ca.) [bibliografia]
ambito culturaleproduzione fiorentina, esecutore(bibliografia)
autoreTalenti Jacopo fra (1300 ca./ 1362),
materia tecnicamarmo bianco/ sculturamarmo verde di Prato/ scultura
condizione giuridicaproprietà Stato, possesso perpetuo Comune di Firenze
dati analiticiZoccolo, sarcofago, lastra, pilastri, capitelli, arco gotico, scudo araldico, lastra rettangolare.Decorazioni: foglie d'acanto; fasce policrome; modanature.
notizie storico-criticheGli avelli della facciata sono gli unici di tutta la serie di sepolture che va dal muro di lato al sagrato sino al cimitero di lato alla chiesa, dei quali si possa affermare la sostanziale originalita', in quanto sulla facciata, a parte qualche caso di ripristino e di integrazioni, non si ebbero quei grandi interventi di restauro e rifacimento che interessarono tra otto e novecento il sagrato a sinistra della facciata e il cimitero alla sua destra (per i quali cfr. scheda restauro storico). L'erezione di queste sepolture cominciò gia' intorno al 1314 se il Boccaccio ne puo' far menzione nella nona novella della ottava Giornata del "Decamerone". Qualche intervento di adattamento puo' essere ipotizzabile nel terzo quarto del quattrocento, al momento del completamento albertiano della facciata. La tipologia del sepolcro ad avello che si trova in altre chiese fiorentine (ad esempio S. Trinita) è comunque pienamente trecentesca. Recentemente l'Adorisio (1988) ha confrontato alcuni capitelli d'imposta degli archi di questi avelli con altri attribuiti a Jacopo Talenti, proponendo quindi anche per questa parte la sua paternita' (cfr. scheda 09/00281201). Il Comune di Firenze intervenne nel 1912 con restauri al primo ordine sostituendo cornici e alcuni capitelli. In particolare nel maggio del 1912 questo avello fu restaurato con la sostituzione delle cornici in pietra forte, verde di Prato e marmo bianco.
committenzaTurino di Baldese, ?/1348 (1348)
bibliografiaKiesow G.( 1962)pp. 1-12; Mancini G.( 1967)pp. 460-461; Dezzi Bardeschi M.( 1970); Busignani A./ Bencini R.( 1979)pp. 42-55; Adorisio A. M.( 1988)pp. 32-35
definizionemonumento funebre
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzopiazza S. Maria Novella
ente schedatoreL. 41/1986
ente competenteS128
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Fumi Cambi Gado F.; Funzionario responsabile: Damiani G.; Aggiornamento-revisione: Romagnoli G./ Rousseau B. (2000), Referente scientifico: NR (recupero pregresso); ARTPAST/ Torricini L. (2006), Referente scientifico: NR (recupero preg
anno creazione1988
anno modifica2000; 2006
latitudine43.773982
longitudine11.249894

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana