Invernomuto.net

Ho realizzato questo sito per rendere disponibile alla consultazione questa mole enorme di dati altrimenti difficilmente consultabili :)

Opera d'arte di Genoni Rosa (1867/ 1954), a Firenze

L'opera d'arte di Genoni Rosa (1867/ 1954), - codice 09 00344276 - 1 di Genoni Rosa (1867/ 1954), si trova nel comune di Firenze, capoluogo dell'omonima provincia sita in palazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli, P.zza Pitti, 1, Galleria del Costume, deposito abiti, cartella Catalogazione 2014/ 58
immaginedi Genoni Rosa (1867/ 1954),  - codice 09 00344276 - 1
bene culturaleguarnizione, opera isolata
tipo schedaOA_3.00
codice univoco09 00344276 - 1
localizzazioneITALIA, Toscana, FI, FirenzeP.zza Pitti, 1
contenitorepalazzo, statale, Palazzo Pitti, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli, P.zza Pitti, 1, Galleria del Costume, deposito abiti, cartella Catalogazione 2014/ 58
datazionesec. XX inizio; 1906 (ca) - 1906 (ca) [analisi stilistica; analisi storica confronto]
autoreGenoni Rosa (1867/ 1954),
materia tecnicaseta/ rasoseta/ chiffonseta e cotone/ velluto liscio o tagliatocotone/ garzacartoncinofilo di cotone/ ricamo
misurecm, alt. 37.5, largh. 38.3,
condizione giuridicaproprietà Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali/ Soprintendenza SPSAE e per il Polo Museale Fiorentino
dati analiticiGuarnizione per capo d'abbigliamento femminile, con elementi a volute e decoro centrale aperto a ventaglio, tra loro collegati da nastrini incrociati, in raso di seta cangiante (orditi rosa carne, trama avorio), con infiorescenze stilizzate tridimensionali nei punti di tangenza (petali in chiffon di seta rosa carne e pistilli in velluto di seta rosso mattone). Profilature costituite da fasce in chiffon di seta (increspate ad effetto bouillonnée o lavorate a festone), e nastrini in raso e velluto. Alcuni elementi risultano rivestiti da strato in velluto mattone, leggermente increspato, parzialmente rinforzati in garza di cotone. Applicazione di bottoni fasciati in chiffon e tasselli romboidali in velluto, con rinforzo rigido (cartoncino o legno di balsa). Riempitivi lavorati ad ago, in filato di cotone rosa carne (punti incrociato e incrociato largo ripreso, incrociato largo con cappiolini speculari incrociati e sue varianti, occhielli su base di fili lanciati). Tutte le cuciture, compresa la finitura dei nastrini, risultano eseguite manualmente.n.p.
notizie storico-criticheStudio per guarnizione riconducibile a specifico completo femminile: la cappa con abito coordinato ispirati al “Cantore” di Donato Bramante (affresco staccato databile tra 1490 e 1499 ca., ad oggi presso la Pinacoteca di Brera, a Milano). Entrambi furono presentati nella prima selezione proposta dalla Genoni all'Esposizione Internazionale di Milano del 1906. Nel caso in oggetto, il decoro vuole essere una rielaborazione delle lavorazioni a stucco visibili sul fondo dell'affresco. Riscontrati altri esemplari analoghi all'interno dei campionari.
bibliografiaPodreider A.( 1906)
definizioneguarnizione
regioneToscana
provinciaFirenze
comuneFirenze
indirizzoP.zza Pitti, 1
ente schedatoreS156
ente competenteS156
autori della catalogazioneCompilatore scheda: Masiero, Elisa; ; Funzionario responsabile: Referente scientifico: Chiarelli, CaterinaSframeli, Maria
anno creazione2015

oppure puoi cercare...

  • opere d'arte nel comune di Firenze
  • opere d'arte nella provincia di Firenze
  • opere d'arte nella regione Toscana